Milano, anziana uccisa in agriturismo. Fermato un dipendente

Sembra risolto il giallo della 90enne uccisa la notte del 4 gennaio scorso nell'agriturismo di proprietà di suo figlio alle porte di Milano. Nelle ultime ore la Squadra Mobile di Milano ha fermato un uomo di nazionalità bulgara sospettato di essere l'autore del delitto.

L'uomo, dipendente dell'agriturismo Podere Ronchetto, avrebbe ucciso Carla Quattri Bossi durante una rapina finita male. Dalla stanza dell'anziana, lo hanno scoperto gli inquirenti grazie anche alle testimonianza dei familiari della vittima, mancavano mille euro in contanti.

Il dipendente, in stato di fermo in attesa di ulteriori accertamenti, avrebbe aggredito l'anziana perché sorpreso a rubare. La situazione sarebbe generata nella violenza più atroce: la donna, trovata con i polsi legati con un lenzuolo, sarebbe stata aggredita ripetutamente in volto e alla testa con un oggetto contundente.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO