Roma, revocata la licenza al tassista che diede un pugno ad un cliente a Fiumicino

Il Comune di Roma ha revocato la licenza al tassista che il 27 novembre scorso picchiò un cliente davanti al Terminal 3 dell'Aeroporto di Fiumicino. Ad annunciare la notizia è stata la Sindaca Virginia Raggi attraverso twitter: "Abbiamo revocato definitivamente la licenza al tassista che aveva aggredito un cliente all’aeroporto di Fiumicino. Un gesto inaccettabile. Tolleranza zero di fronte a ogni tipo di violenza".


I Fatti - A scatenare la furia violenta di Stefano M., tassista di 58 anni, nei confronti di Fabio D. M., ex tassista romano 60enne residente in Sud America, è stata una semplice richiesta: applicare il tassametro anziché la tariffa fissa in considerazione della sua destinazione, più vicina all'aeroporto rispetto al centro città.

Il tassista, in un primo momento, si è limitato a rigettare la richiesta in malo modo. Poi, quando il potenziale cliente gli ha ricordato che per regolamento non avrebbe potuto rifiutare una corsa, il tassista è sceso dalla macchina a bordo della quale aveva già caricato un altro cliente e gli ha sferrato un pugno in pieno volto, rompendogli il setto nasale.

Nessuna delle presone presenti ha prestato soccorso al 60enne che, da solo e con il volto sanguinante, si è recato negli uffici della Polaria per chiedere soccorso e per denunciare quanto accaduto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO