Palermo, botte all'anziano disabile nella casa di riposo: tra gli indagati badante in nero che percepiva il Rdc

maltrattamenti casa di riposo palermo

Cinque persone sono state denunciate per maltrattamenti ai danni di un 84enne, gravemente invalido, che era ospite di una casa di riposo di Palermo. L’uomo secondo le indagini della polizia sarebbe stato immobilizzato, imbavagliato e picchiato più volte all’interno della struttura.

L’unica "colpa" dell’anziano disabile era quella di lamentarsi per il suo precario stato di salute, lamentele che irritavano il personale della casa di riposo. Gli indagati sono il titolare della struttura, tre familiari suoi collaboratori e una badante che prendeva il reddito di cittadinanza ma lavorava in nero. Alla donna, che faceva le notti nella comunità-alloggio, è stata sequestrata la carta dove veniva accreditato il reddito.

Sarebbero oltre 100 gli episodi di comportamenti vessatori e "lesivi della dignità umana" messi in atto dagli indagati che così tenevano in perenne "stato di soggezione" l’anziano secondo quanto fanno sapere gli investigatori del commissariato Zisa-Borgo Nuovo che hanno monitorato la situazione per 3 mesi.

Per i cinque indagati, incastrati dalle intercettazioni audio e dalle immagini riprese dalle telecamere nascoste dalla polizia nella struttura, il gip ha disposto il divieto di dimora a Palermo, Altofonte, Bagheria, Belmonte Mezzagno, Ficarazzi, Misilmeri, Monreale e Villabate.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO