"Abusi su 4-5 bambini a settimana": la confessione dell’ex parroco di Lione sconvolge la Chiesa francese

Bernard Preynat

Nel processo per pedofilia che sta tenendo banco in questi giorni in Francia arriva la confessione dell'ex parroco di Lione Bernard Preynat, il quale ha ammesso "abusi su quattro-cinque bambini a settimana, nei weekend durante i campi scout".

Abusi che l’ex religioso (a luglio è stato ridotto allo stato laicale da un tribunale ecclesiastico) ha commesso su decine di giovanissimi scout nell’arco di un ventennio, tra il 1971 e il 1991, del tutto indisturbato.

A pagare per quelle violenze è stato intanto l'arcivescovo e cardinale di Lione Philippe Barbarin, condannato a marzo scorso a 6 mesi con la condizionale perché giudicato colpevole della mancata denuncia degli abusi del "suo" parrocco.

Lunedì lo sciopero degli avvocati contro la riforma delle pensioni aveva fatto slittare l’udienza a questa mattina per Preyant. L’ex sacerdote, che oggi ha 75 anni, secondo l’accusa ha commesso violenze a sfondo sessuale ai danni di bambini di età compresa tra i 7 e i 10 anni.

L’uomo pur ammettendo gli abusi ha cercato comunque di giustificarsi: "Non realizzavo il male che ho fatto ai bambini. Anni dopo, i genitori mi hanno fatto comprendere il male che avevo fatto ai loro figli. Per me, erano dei gesti di tenerezza. Mi è servito del tempo per capire che era male. Per me, all'epoca, non si trattava di aggressioni sessuali, ma di carezze, di coccole".

Ora Preyant rischia dieci anni di carcere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO