Virus misterioso, 26 morti in Cina. Chiuso Disneyland Shanghai. Casi sospetti in Italia, USA e Scozia


Aggiornamento 24 gennaio 2020 - Il misterioso coronavirus ha provocato una seconda vittima in Cina fuori dall'area dell’epicentro, a 1800 km in linea d’aria da Wuhan, la città, grande polo commerciale, focolaio del contagio.

Il decesso è stato registrato a Heilongjiang, nel nord est del Paese, provincia che confina con la Russia, mentre un altro caso è stato segnalato a Hebei, la provincia che circonda la capitale Pechino.

I morti legati al coronavirus simile alla Sars sono in tutto 26 in Cina. Il governo parla di 830 casi di contagio accertati e 1.072 sospetti. Le autorità hanno deciso di bloccare i trasporti in nove città mentre Disneyland Shanghai rimarrà chiuso fino a nuovo ordine.

Annullate anche le celebrazioni per il Capodanno cinese. Al di fuori della Cina un caso sospetto è stato segnalato in Italia, a Bari, ma i primi test sono negativi, mentre altre quattro persone sono sotto stretta osservazione in Scozia e una in Texas.

Tutti erano stati a Wuhan, dove ora si lavora per costruire un nuovo ospedale a tempo di record. Intanto si continuano a studiare origini ed effetti del nuovo coronavirus, per contrastarlo.

David Robertson dell’Università di Glasgow sostiene che "non ci sono prove del coinvolgimento di serpenti" nella trasmissione del virus all’uomo.

Virus Cina, caso sospetto a Bari: prime analisi negative. Oms: "presto per dichiarare un'emergenza globale"

23 gennaio 2020

Aggiornamento - Le prime analisi effettuate al Policlinico di Bari hanno ridimensionato il caso della donna ricoverata nel reparto di malattie infettive del capoluogo pugliese.

L'azienda ospedaliera, infatti, per il momento esclude si tratti del coronavirus:

"In base agli esami microbiologici effettuati è stata individuata una positività per Micoplasma. Tale diagnosi è clinicamente compatibile con la sintomatologia presentata dalla paziente e non dissimile dalla malattia causata dal coronavirus. Si resta in attesa comunque degli ulteriori accertamenti in corso per la precisazione diagnostica definitiva".

I campioni sono comunque stati inviati all'Ospedale Spallanzani di Roma, l'Istituto Nazionale Malattie Infettive, per ulteriori analisi.

Virus Cina, caso sospetto a Bari

L'Azienda Ospedaliera-Universitaria Policlinico di Bari ha segnalato oggi "un caso di sospetta infezione da coronavirus 2019-nCov". La persona che potrebbe essere stata infettata è una donna della provincia di Bari che è da poco rientrata dalla Cina, precisamente dalla metropoli cinese di Wuhan dove è stato registrato il focolaio.

Il Policlinico ha precisato che sono state "adottate tutte le procedure di prevenzione previste" e che la paziente "si trova attualmente in isolamento respiratorio e da contatto presso il reparto di malattie infettive" dove "sta ricevendo le cure necessarie in attesa di conoscere gli esiti degli esami diagnostici di conferma".

È sempre di oggi la notizia di 4 cittadini cinesi finiti sotto osservazione in Scozia, mentre è stata smentita la presenza di un caso sospetto in Francia.

In attesa di conferme e smentite, è importante evitare di lasciarsi prendere inutilmente dal panico. L'emergenza esiste, ma per il momento non è globale. Il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità ha infatti spiegato che "è ancora troppo presto per dichiarare un'emergenza sanitaria globale". Per il momento si tratta di un'emergenza che riguarda prevalentemente la Cina: "Non facciamo errori. Si tratta di un'emergenza che riguarda la Cina ma non è ancora diventata un'emergenza sanitaria globale"

L'Oms ha rimarcato la necessità di "sostenere tutti gli sforzi in corso attraverso una missione multidisciplinare internazionale dell'Oms", con l'obiettivo del "potenziamento della sorveglianza delle infezioni respiratorie acute gravi nelle regioni interessate, il rafforzamento delle misure di contenimento e mitigazione del coronavirus". Inoltre l'Oms ha garantito che si indagherà sulla "causa di origine animale del nuovo virus e l'entità della trasmissione da persona a persona".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO