Tivoli: sospetto coronavirus per dipendente hotel in cui hanno alloggiato i turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani

coronavirus tivoli virus ncov-roma

Dopo la coppia di turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani, c’è un nuovo sospetto caso di coronavirus a Roma. Un cittadino romeno di 41 anni è da ieri pomeriggio in isolamento all’ospedale di Tivoli dove si era presentato spiegando di lavorare all’Hotel Palatino di Via Cavour a Roma, l’albergo dove hanno alloggiato i due turisti cinesi affetti da coronavirus.

Se quest'ultimi sarebbero stati ricoverati in concomitanza con le prime manifestazioni dei sintomi, l’uomo che si è recato ieri all’ospedale di Tivoli presentava già la sintomatologia riconducibile al coronavirus 2019-nCoV.

Dopo il triage, il personale medico-sanitario ha fatto indossare al paziente la mascherina chirurgica e lo ha immediatamente ricoverato in sala d'isolamento. Il paziente verrà presto trasferito allo Spallanzani di Roma con una diagnosi di "sospetto contagio da coronavirus".

Intanto il governo ha dichiarato stamattina lo stato di emergenza. Sulle condizioni dei due turisti cinesi, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, chirurgo e accademico, a Radio Anch’io su Radio 1 ha detto che: "Sono in buona salute, ora dovranno aspettare la guarigione. Sono atterrati il 23 (gennaio) a Malpensa".

Il viceministro ha aggiunto che per i passeggeri arrivati in aereo dalla Cina "veniva già riempita una carta allo sbarco, nella quale veniva chiesto ai cinesi dove sarebbero andati, una traccia. Ora verrà ripercorso a ritroso il percorso che hanno fatto e si capirà dove sono stati".

Sileri assicura che il ministero è pronto per fronteggiare un’eventuale emergenza: "Medici di base informati, reparti di malattie infettive allertati, processo per la conferma di eventuali contagi attivato. Al tavolo della task force al Ministero è presente anche la Protezione civile: la gestione deve essere fatte capillarmente da più soggetti, non solo dal personale sanitario. Quello che importa è la risposta e conoscere i protocolli".


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO