Coronavirus, attivato il ponte aereo con la Cina: arrivati i 56 italiani

AGGIORNAMENTO 10.30 - È atterrato all'aeroporto militare di Pratica di Mare, come da programma, l'aereo militare con i 56 italiani fatti rimpatriare dalla Cina a causa dell'emergenza da coronavirus.

Dopo i controlli medici effettuati sul posto, il gruppo di italiani è in fase di trasferimento presso il campus olimpico della città militare della Cecchignola, dove dovrà rimanere per un periodo massimo di 14 giorni, il periodo di incubazione del virus.

ORE 08.40 - È previsto per le 10 di questa mattina l'arrivo all'aeroporto di Pratica di Mare, sul litorale laziale alle porte di Pomezia, del volo messo a disposizione dal Ministero della Difesa con a bordo i 56 cittadini italiani che hanno scelto di fare ritorno dalla Cina dopo l'esplosione dell'epidemia di coronavirus.

Dieci italiani hanno preferito rimanere in Cina, mentre uno cittadino italiano intenzionato a rientrare in patria è stato costretto a rimanere a terra perché manifestava i sintomi della febbre e per questo dovrà ricorrere alle cure delle strutture locali. I 56 partiti stanotte dalla Cina, invece, arriveranno a Pratica Di Mare e da lì saranno trasferiti nella città militare di Cecchignola, nella zona sud di Roma, dove resteranno in quarantena per le prossime due settimane.

Intanto questa mattina è arrivato all'aeroporto di Fiumicino il primo volo di China Airlines per il rimpatrio dei turisti cinesi giunti in Italia nelle ultime due settimane.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO