Crociere, divieto di imbarco per chi è stato in Cina nelle ultime 2 settimane

Le principali compagnie di navigazione dedicate all'attività crocieristica in tutto il Mondo smetteranno di imbarcare tutti i cittadini che hanno visitato la Cina nelle ultime due settimane. Lo ha annunciato oggi la Cruise Lines International Association (CLIA), l'associazione che rappresenta alcuna tra le principali compagnia da crociera come MSC, Costa, Royal Caribbean e Carnival Cruises, come nuova misura preventiva contro l'epidemia di coronavirus.

I membri della CLIA hanno sospeso i movimenti dei membri dell'equipaggio dalla Cina e vieteranno l'imbarco ad ogni individuo, che si tratti di passeggeri o di membri dell'equipaggio, che hanno viaggiato da e per la Cina negli ultimi 14 giorni.

Oltre al divieto di imbarco per le casistiche particolari di cui sopra, la CLIA ha annunciato che tutti i passeggeri e i membri dell'equipaggio delle compagnie interessate saranno sottoposti ad attenti controlli prima dell'imbarco. Non solo: le navi potranno cambiare itinerario nel caso in cui fosse necessario.

L'industria delle crociere è la più attrezzata e con la maggiore esperienza quando si tratta di gestire e monitorare le condizioni dei passeggeri e dei membri dell'equipaggio. Tutte le navi sono equipaggiate con strutture mediche e medici professionisti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO