Coronavirus: Francia, Germania e Regno Unito invitano i cittadini a rientrare dalla Cina


L'epidemia di coronavirus non accenna a rallentare e se è vero che le persone che sono riuscite a rimettersi completamente sono molte di più di quelle che hanno perso la vita per complicanze legate al virus, la preoccupazione resta alta. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha confermato oggi che il rischio resta alto in tutto il Mondo e anche per questo sempre più Paesi stanno invitando i cittadini a lasciare la Cina.

È il caso del Regno Unito, della Germania e della Francia, che in queste ore stanno invitando i propri cittadini che si trovano ancora in Cina a fare rientro in patria. Da un lato per ridurre al minimo ogni possibile rischio di contagio, dall'altro perché allo stato attuale è impossibile prevedere quali altri restrizioni saranno adottate sul fronte della mobilità.

Il rischio, quindi, è che chi si trova in vacanza in Cina o si trova nel Paese per motivi di lavoro, non riesca a fare rientro come da programma o che sia costretto a spendere cifre esorbitanti per cambiare i biglietti oppure ad allungare sensibilmente il viaggio di ritorno.

Gli italiani che si trovano ancora in Cina, al di là di quelli nella zona di Wuhan a cui la Farnesina ha dato la possibilità di rientrare in Italia, non possono più contare sui voli diretti per l'Italia e sono quindi costretti a fare scalo in altre parti del Mondo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO