Coronavirus: contagiato bimbo nato da 30 ore

coronavirus neonato

C’è il soggetto più giovane ad aver contratto il coronavirus: secondo quanto rende noto l’agenzia Xinhua, un neonato è risultato positivo al test per il virus cinese dopo sole 30 ore dalla nascita. Il bimbo è nato il 2 febbraio a Wuhan, la città epicentro dell’epidemina. Anche la madre, ovviamente, era risultata positiva al test prima del parto, rende noto l'Union Hospital, affiliato al Tongji Medical College della Huazhong University of Science and Technology.

Il neonato pesa 3,25 kg ed è in condizioni stabili, tenuto sotto costante osservazione da parte del personale medico. Si tratterebbe del primo caso di trasmissione del coronavirus da madre a figlio. Alcuni giorni fa, i media cinesi avevano riferito di una donna ammalata di coronavirus che aveva dato alla luce una bimba sana ad Harbin, nella provincia di Heilongjiang.

È per questo motivo che i medici stanno approfondendo l’ultimo caso, per cercare di stabilire con certezza se a trasmettere la malattia sia stata effettivamente la madre. Sospetti, infatti, sono sorti sulla tata, assunta dalla famiglia lo scorso 22 gennaio e risultata anche lei positiva al virus cinese. "Al momento - il dottor Zeng Lingkong, capo medico del dipartimento di medicina neonatale dell'ospedale - non possiamo essere sicuri se la tata abbia infettato la madre, la quale a sua volta ha trasmesso il virus al bambino. Ma possiamo confermare che il bambino era in stretto contatto con pazienti infetti dal nuovo Coronavirus, ciò conferma che anche i neonati possono essere infettati".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO