Coronavirus, sulla nave in quarantena in Giappone ci sono 35 italiani

Sulla nave da crociera in quarantena nella baia di Yokohama ci sono venti infetti.

35 italiani su nave bloccata in Giappone per coronavirus

Da due giorni la nave Diamond Princess della Carnival Japan è in quarantena a nella baia di Yokohama, al largo del Giappone, poiché a bordo ci sono almeno 20 persone infettate dal coronavirus. La quarantena è scattata dopo che si è saputo che il 25 gennaio scorso un contagiato è sbarcato a Hong Kong.

Per ora le autorità nipponiche hanno sottoposto al test per coronavirus l'equipaggio e 273 dei circa 3700 passeggeri e i contagiati sarebbero 20. A bordo ci sono anche 35 italiani, di cui 25 sono membri dell'equipaggio, ma, secondo quanto riportato dalla Farnesina, nessuno di loro sarebbe infetto.

Intanto i contagiati in tutto il mondo sono 28.149, i guariti sono 1.147. Nella sola provincia di Hubei si sono registrati 2.987 nuovi casi e 70 nuovi morti. Le vittime in totale finora sono 565, di cui 549 nella sola provincia dello Hubei, 14 nel resto della Cina, due all'estero, ossia uno a Hong Kong e uno nelle Filippine.

Proprio a Hong Kong, la University of Science and Technology ha messo a punto un test che consente di effettuare il test di positività al coronavirus in soli 40 minuti, molto meno del tempo richiesto dai test fatti finora, ossia tra un'ora e mezza e tre ore. Il nuovo dispositivo ha già ottenuto la certificazione internazionale CE e potrà essere esportato in tutta Europa.

Intanto si continua a lavorare sul farmaco sperimentale Remdesivir, che adesso è più vicino all'approvazione con la terza fase clinica dell'antivirale iniziata a Wuhan. Questa fase coinvolgerà da oggi 761 pazienti, di cui 308 hanno sintomi deboli, mentre gli altri sono in gravi condizioni. Il Remdesivir è stato usato contro l'Ebola ed è prodotto da una società americana.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO