Palermo, 20enne del Senegal aggredito da gruppo di adolescenti: "Negro di me*** vattene via"

Ancora un'aggressione a sfondo razzista in Italia, denunciata in queste ore da un 20enne originario del Senegal e da anni residente a Palermo, aggredito nella notte tra sabato e domenica mentre si trovava nella centralissima via Cavour a Palermo, a due passi dal Teatro Massimo.

A denunciare per prima l'accaduto è stato il cittadino palermitano Ignazio Ignigo Penna, che ha così descritto la brutale aggressione a sfondo razzista via Facebook:

Ieri notte intorno all'1,30 due amici di mio figlio che conosco molto bene sono passati da via Cavour e si sono accorti che stava succedendo qualcosa di strano e spiacevole, c'era una grande folla di gente disposta a semicerchio da entrambi i lati della strada mentre al centro della carreggiata un giovane ragazzo di colore stava venendo selvaggiamente picchiato da una folla di circa trenta adolescenti palermitani. Il ragazzo si stava difendendo come poteva, anche con l'aiuto di una catena ma nessuno interveniva. Sono corsi i due amici di mio figlio, G. e C. e si sono messi al fianco del ragazzo aggredito mentre uno dei due chiamava la polizia. Appena visto che la vittima non era più sola i ragazzi aggressori sono fuggiti, lasciando la povera vittima pieno di lividi e con la faccia sanguinante. L'aggressione ha quasi sicuramente una matrice razzista viste le parole che sono state pronunciate quando tutto è iniziato "neg** di mer"** e subito cazzottoni.

E, ancora:

Raccontano G. e C. che il ragazzo mentre raccontava alla polizia quello che era successo aveva attacchi di pianto ripetuti e appariva più traumatizzato dalla motivazione dell'attacco che forse dal dolore fisico stesso. Un ragazzo, un giovane ragazzo ha subito un violento pestaggio solo a causa del colore della sua pelle. Una folla di palermitani in giro per la movida del sabato sera non è riuscita a fare di meglio che mettersi da parte e assistere allo spettacolo.

Voglio raccontarvi una storia molto brutta a cui non ho assistito personalmente ma mi è stata raccontata di prima mano....

Posted by Ignazio Ignigo Penna on Sunday, February 9, 2020

Aggredito per il semplice fatto di avere la pelle di un colore diverso. Aggredito da adolescenti che, più di altri, dovrebbero avere una mentalità ben diversa e che, ancora oggi nel 2020, danno un'immagine orribile del nostro Paese.

Tra i commenti al post si è affacciata la stessa vittima, che ha confermato la denuncia fatta dal cittadino:

Palermo è una bellissima città accogliente antirazzista, a Palermo ci sono tante belle persone, io mi trovo veramente benissimo a Palermo, ci sono pochi quelli stronzi che non hanno manco uscito a fuori Palermo, gli consiglio di girare un po' il mondo e vedere come funziona le cose, sono veramente animali, troppo chiusi, essere nero o bianco che senso ha? Non ho più parole, cmq a Palermo ci sono sempre tante belle persone, non siete tutti razzisti, a Palermo i razzisti ci sono, ma sono pochissimi. PALERMO È LA MIA CITTÀ PREFERITA E CI RIMANERÒ PER SEMPRE

Il giovanissimo ha già presentato denuncia alle autorità e le indagini su quanto accaduto sabato notte sono in corso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO