Coronavirus: 1350 morti in Cina, 60 mila contagiati nel mondo

coronavirus morti contagiati cina

Sono 1.350 i morti per il coronavirus in Cina: è il nuovo dato aggiornato dalle autorità cinesi, che sottolineano come solo 1.310 siano i decessi a Hubei, la provincia in cui è scoppiata l’epidemia. Qui vi sarebbero stati ben 242 morti in un solo giorno, mentre i contagiati nel mondo sarebbero in tutto 60mila. Contestualmente, le autorità di Pechino hanno annunciato la rimozione dei capi del partito comunista della provincia di Hubei e della città di Wuhan, epicentro dell’epidemia. Secondo quanto riferisce l'emittente Cctv, due funzionari avrebbero cercato di nascondere inizialmente le notizie sulla diffusione del virus.

La Xinhua fa sapere che Jiang Chaoliang, 61enne segretario del partito comunista di Hubei, è stato sostituito con Ying Yong (61), già sindaco di Shanghai. Il Global Times riferisce inoltre della rimozione del capo del partito comunista di Wuhan, Ma Guoqiang, 56 anni, al cui posto è stato nominato Wang Zhonglin, 57, segretario del partito di Jinan, capoluogo della provincia di Shandong. E non è finita qui, perché le autorità cinesi hanno rimosso anche il responsabile dell'Ufficio per gli Affari di Hong Kong e Macao, Zhang Xiaoming, che era in carica dal 2017.

Il funzionario paga la diffusione del coronavirus in quelle zone, come conferma il ministero cinese delle Risorse umane: al suo posto è stato nominato Xia Baolong, dal 2018 vice presidente della Conferenza consultiva politica del popolo cinese e uomo molto vicino al presidente cinese Xi Jinping.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO