Sassari, uccide l'ex compagna a coltellate: aveva il divieto di avvicinarsi a lei

Ancora un femminicidio in Italia, ancora un caso che si sarebbe potuto evitare. E invece, nonostante la vittima avesse denunciato le violenze che era stata costretta a subire e nonostante il divieto di avvicinarsi alla vittima, si è verificata l'ennesima tragedia.

È accaduto nella tarda serata di ieri a Ossi, in provincia di Sassari. Zdenka Krejcikova, 41enne originaria della Repubblica Ceca, è stata uccisa a coltellate in un bar al termine di una violenta lite col suo ex compagno, destinatario di un divieto di avvicinamento nei suoi confronti.

La donna si trovava nel locale insieme ai suoi due figli piccolo, quando l'uomo si è avvicinato ed è scoppiata la lite. L'uomo, 45 anni, ha colpito l'ex compagna con diverse coltellate, poi ha caricato in macchina la vittima e i due figli per portarla a casa di un amico. Una volta giunto lì e non ricevendo risposta dall'amico, il 45enne ha sfondato il portone d'ingresso ed avrebbe lasciato la vittime ormai in gravissime condizioni nel salone dell'appartamento, mentre l'unica persona in casa in quel momento, l'anziano padre dell'amico dell'assassino, non si sarebbe accorda di nulla.

Le azioni del killer non sono passate inosservate e alcuni testimoni hanno allertato i soccorsi, ma al loro arrivo per la donna non c'era già più nulla da fare.

Immediata la caccia all'uomo, che si è conclusa poco dopo in un bar di Usini, a pochi chilometri dal luogo del delitto. L'uomo è stato arrestato e condotto in caserma per l'interrogatorio di rito.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO