Lodi, al via la rimozione delle carrozze del treno deragliato

A dieci giorni dall'incidente ferroviario in cui hanno perso la vita i due macchinisti Giuseppe Cicciù e Mario Dicuonzo, sono iniziate oggi le operazioni di rimozione delle carrozze del Frecciarossa uscito dai binari ad Ospedaletto Lodigiano, alle porte di Lodi.

Dopo la conclusione degli accertamenti irripetibili da parte degli inquirenti e il via libera della Procura di Lodi, prima di procedere con la rimozione dei convogli è stato necessario spostare temporaneamente la linea dell'alta tensione, così da permettere di effettuare le operazioni nella massima sicurezza per le persone coinvolte.

Una volta completate le operazioni di rimozione del treno dall'area, i convogli saranno trasferiti nel deposito di Rete Ferroviaria Italiana di Ancona. Per il ritorno alla normalità, il ripristino integrale dell'alta velocità in quel tratto, potrebbe però essere necessario fino ad un mese di tempo.

Ieri il prefetto di Lodi Marcello Cardona aveva spiegato:

Ora inizia il lavoro più importante e complesso per il ripristino della linee a Alta velocità e Rfi metterà in campo decine e decine di persone. L’obiettivo, compatibilmente alle esigenze dell'Autorità giudiziaria, è far sì che si riprenda al più presto una situazione di normalità. Sul posto arriveranno i mezzi pesanti già parcheggiati in zona, alcuni dei quali passeranno sui ponti sopra l’autostrada e sopra la ferrovia. Alcune autorizzazioni sono già arrivate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO