Denuncia revenge porn: 40enne bresciana licenziata

revenge porn licenziata

Licenziata dopo aver denunciato un caso di revenge porn. È successo ad una 40enne bresciana, che ha perso il lavoro presso uno degli studi per cui lavorava dopo aver sporto denuncia per alcuni suoi video hot divenuti di dominio pubblico. Il licenziamento, come riporta l’Ansa, è scattato per danno d’immagine: il datore di lavoro, infatti, sostiene che il suo studio abbia iniziato a ricevere telefonate da parte di uomini che chiedono appuntamenti con la professionista "senza far riferimento alla problematica da affrontare e senza lasciare recapito telefonico".

La 40enne ha sporto denuncia nei giorni scorsi per la diffusione di alcuni video hot che la vedono protagonista. La Procura di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati tre persone, ma la donna in un supplemento di denuncia ha fornito altri nominativi di altre persone che potrebbero aver contribuito alla diffusione delle clip scottanti. Inoltre, pare che la 40enne abbia anche fornito gli screenshot di chat che vedono coinvolti anche poliziotti e carabinieri: pur avendo visto il video, gli uomini in divisa non hanno fatto nulla per fermarne la diffusione virale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO