Coronavirus, due casi confermati a Milano. 76 i contagiati

Aggiornamento ore 23:30 - Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha fornito i dati aggiornati sul contagio: "Sono 76 le persone colpite dal coronavirus, situate in 5 Regioni: 54 di loro sono in Lombardia, 17 in Veneto, 2 in Emilia Romagna, 2 nel Lazio e 1 in Piemonte. Ad ora sono 33 le persone ricoverate con sintomi, di cui 18 in terapia intensiva, 11 invece sono in isolamento domiciliare. Due i deceduti, mentre una persona è stata dimessa allo Spallanzani".

Aggiornamento ore 22:50 - Sono saliti a 64 i casi di contagio in Italia: 46 in Lombardia, 15 in Veneto, 1 a Torino e 1 a Roma.

Aggiornamento ore 21 - I casi di contagio sono diventati 60. Una seconda persona è stata trovata positiva al coronavirus nel milanese. Si tratta di un residente di Mediglia, piccolo comune a circa 20km da Milano, che era ricoverato all'ospedale di Melegnano, altra località a sud del capoluogo. Il paziente pare sia stato già trasferito all'Ospedale Sacco.

Coronavirus, primo caso a Milano

Sono diventati 59 i casi accertati di contagio da coronavirus in Italia: 46 in Lombardia, 11 in Veneto, 1 a Torino e 1 a Roma. L'Ospedale San Raffaele di Milano ha da poco annunciato l'esistenza di un nuovo caso: un uomo di 78 anni originario di Sesto San Giovanni che è ricoverato in ospedale da 5 giorni. Adesso i sanitari cercheranno di capire se il contagio è avvenuto in ospedale o nei giorni precedenti al ricovero.

Il Sindaco di Sesto San Giovanni, località che si trova a nord di Milano, quindi ben lontano dal focolaio della provincia di Lodi, ha spiegato che sono in corso accertamenti proprio per capire se l'uomo abbia avuto modo di contrarre il virus entrando in contatto con qualcuno originario dal lodigiano: "Sono in corso le ricostruzioni per capire quali contatti abbia avuto l'uomo nell'ultimo periodo, cercando di stabilire se abbia avuto contatti con i contagiati legati al focolaio lodigiano".

Il Sindaco Di Stefano ha poi aggiunto di essere "in contatto con Regione Lombardia e con le autorità sanitarie per seguire gli sviluppi e decidere che azioni intraprendere". Il Sindaco ha infine invitato i suoi concittadini a restare lucidi: "Non è il momento di farsi prendere dal panico, ma di tenere i nervi saldi e collaborare per il bene della comunità con impegno"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO