Virus, primi due casi sospetti in Valle d’Aosta: sintomi lievi, si attende conferma ISS

Coronavirus falsi positivi pavia

Ci sono i primi due casi di sospetta positività al coronavirus in Valle D’Aosta, l’unica regione italiana che fino a ieri non aveva registrato nessun contagio da Covid-19. I tamponi, eseguiti in una struttura del sistema sanitario regionale, ora sono stati inviati all'Istituto superiore di sanità per la conferma o meno.

La notizia dei primi due casi in Valle d’Aosta è stata comunicata questa mattina dalla Presidenza della Regione. Le persone risultate positive al primo test fanno parte della stessa famiglia e le loro condizioni non desterebbero preoccupazione al momento: manifestano sintomi lievi.

Secondo gli ultimi dati forniti dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli, in Italia sono in aumento i casi di positività al coronavirus ma anche le guarigioni. Ieri sera si parlava di 2.706 casi (+443 rispetto al giorno prima) per una percentuale di guariti al 72,5% (276 in tutto, +116 su martedì), il dato migliore degli ultimi giorni. 107 sono i decessi totali di persone risultate positive al virus (+28). I casi di terapia intensiva sono invece 295 (+66).

Più in dettaglio sono 1.497 i casi positivi in Lombardia, 516 in Emilia Romagna, 345 in Veneto, 82 in Piemonte, 80 nelle Marche, 37 in Toscana, 31 in Campania, 27 nel Lazio, 21 in Liguria, 18 in Friuli Venezia Giulia, 16 in Sicilia, 9 in Umbria, 7 in Abruzzo e altrettanti in Puglia, 5 in Trentino, 3 in Molise, 2 in Sardegna, 1 in Basilicata, 1 a Bolzano e 1 in Calabria, cui si aggiungono i 2 casi in Valle d’Aosta ancora da confermare.

Da oggi e fino al 15 marzo per contenere la diffusione del virus il governo ha deciso in via prudenziale di sospendere la didattica in scuole e università in tutto il Paese.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO