Coronavirus, ISS: "Mortalità Italia inferiore alla Cina. Maggior parte dei deceduti aveva almeno 2 patologie"

I casi di coronavirus in Italia secondo l’ultimo bollettino della Protezione Civile sono 4.636, +778 rispetto a giovedì. Le persone risultate positive al Covid-19 e decedute sono in tutto 197 (+49) mentre i guariti salgono a 523 (da 414 di 24 ore prima). Il trend di diffusione della malattia è costante dall’inizio di marzo, oltre il 20%.

Proprio sulle morti legate al coronavirus ieri l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha voluto precisare che il tasso mortalità in Italia è inferiore a quello cinese, anche facendo il confronto con la fase iniziale dell'epidemia nel paese asiatico. Per tutte le fasce d'età il tasso di letalità nel nostro paese "è inferiore a quello che si registra attualmente in Cina" ha detto in conferenza stampa il presidente dell’Istituto, professor Silvio Brusaferro.

Tasso di mortalità Covid-19 Italia

In Italia alla data del 4 marzo il tasso di mortalità del coronavirus tra gli ultra ottantenni è pari al 10,9%. In Cina al 14,8% secondo gli ultimi dati disponibili forniti dalla commissione congiunta Cina-Oms, riferiti al 24 febbraio. Tra i 70-79enni la letalità in Italia è del 5,3%, in Cina dell’8%. Tra 0 e 69 anni il tasso di mortalità è dello 0,5% nel nostro paese e quasi il triplo in Cina.

"Il confronto sfata il luogo comune che sta circolando in questi giorni che afferma che nel nostro paese la mortalità sia più alta che in Cina. I dati vanno a tutto merito del nostro Sistema Sanitario Nazionale e dei nostri operatori e professionisti che voglio ringraziare per il lavoro preziosissimo, infaticabile che giorno dopo giorno stanno garantendo. Non dimentichiamo che l’Italia ha un’età media molto più alta rispetto ad esempio alla Cina (44,3 anni contro 37,4) e questo mette ancora più pressione sulle strutture e gli operatori nelle zone colpite dall’epidemia" ha aggiunto Brusaferro.

Il presidente dell’ISS si è soffermato sulle condizioni dei pazienti deceduti: "Nell'80-85% dei casi si è trattato di persone con due o più patologie. L'età media è di 81 anni e il 28% era un donna". Quali sono queste patologie pregresse? "Le comorbidità sono quelle classiche cronico-degenerative: patologie cardiache, diabete, malattie epatiche, neoplasie".

Morti con il virus e non per il virus

Evidenza di cui la settimana scorsa aveva parlato a Porta a Porta anche il professore Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dello Spallanzani di Roma: "Fino ad oggi i decessi in Italia riguardano persone morte con il coronavirus e non per il coronavirus, non possiamo dimenticare la storia sanitaria pregressa delle vittime. Il coronavirus ha aggravato condizioni preesistenti".

Anche il direttore del Dipartimento di malattie infettive dell’ISS Giovanni Rezza al fattoquotidiano.it precisa che solo le autopsie potranno indicare le esatte cause dei decessi: "Difficile riuscire a capire ad oggi, soprattutto nei casi in cui vi sono malattie pregresse, se il Covid 2019 sia stato davvero la principale causa di quei decessi". Secondo il professore "per rispondere a queste domande dovremmo intanto aspettare gli esiti di tutte le autopsie" ma non sarà lo stesso semplice perché nella grande maggioranza dei casi "concorrono diversi fattori, in primis le patologie preesistenti".

Dagli accertamenti dell’ISS sui decessi risulta anche che è stato di 5 giorni il tempo medio trascorso dalla comparsa dei sintomi al ricovero mentre il tempo trascorso tra ricovero e morte è stato di 4 giorni. Intanto l’Oms ha fatto i complimenti all’Italia per la gestione dell’emergenza, bacchettando invece gli altri paesi che hanno preso, o hanno voluto prendere, la questione un po’ troppo alla leggera.

In Europa i casi di positività sono diventati il doppio nel giro di tre giorni: sono 7.300, con Spagna, Francia, Gran Bretagna e Paesi Bassi che come l’Italia fanno registrare i maggiori aumenti in 24 ore. Anche la Germania parla di focolai come nel nostro paese e in Francia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO