Battesimo durante l'isolamento a Napoli: denunciati parroco e altre 4 persone

Le misure restrittive imposte ormai da due settimane sono chiarissime, anche una parte degli italiani è disperatamente alla ricerca dei cavilli: ci si può muovere e spostare soltanto per esigenze lavorative, motivi di salute, rientro presso il proprio domicilio e situazioni di necessità.

Battezzare un bambino non rientra sicuramente in nessuna di queste quattro casistiche. Eppure c'è chi, in provincia di Napoli, ha deciso comunque di procedere con la cerimonia, seppur in forma ristretta, ignorando le direttive e mettendo potenzialmente a rischio la salute pubblica per puro egoismo e ignoranza.

Cinque persone sono state denunciate a San Gennaro Vesuviano, alle porte di Napoli, dopo esser state sorprese durante un battesimo: parroco, i genitori dell'infante, il padrino e persino il fotografo che la famiglia aveva ritenuto necessario per immortalare la cerimonia.

I cinque sono stati denunciati per aver violato le misure restrittive imposte dal governo e dalla Regione Campania per contenere l'epidemia di coronavirus COVID-19.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO