Fondi, cerca di impedire ad un uomo di uscire dalla zona rossa: 69enne ucciso a mazzate

como pokemon coronavirus

Brutale omicidio questa mattina a Fondi, il comune in provincia di Latina blindato da giorni a causa di un aumento di contagi di coronavirus COVID-19 fuori controllo a seguito di un focolaio che ha avuto origine da una festa nei primi giorni di marzo.

L'intero Comune è in isolamento nel tentativo di contenere il più possibile la diffusione del virus e l'omicidio avvenuto questa mattina sarebbe legato proprio al divieto di lasciare la zona rossa senza autorizzazione. La vittima è un uomo di 69 anni, impegnato a lavorare nella sua vigna quando, questa mattina, ha visto un uomo allontanarsi da Fondi passando per la campagna.

Il 69enne, secondo la ricostruzione fatta da Repubblica, sarebbe intervenuto per bloccare l'uomo, identificato come un 44enne di nazionalità pakistana già noto alle forze dell'ordine per reati legati al traffico di droga, che in tutta risposta si sarebbe avventato sul 69enne colpendolo ripetutamente al volto con una mazza che aveva in auto.

L'omicidio è avvenuto mentre il 69enne si trovava al telefono con suo figlio, a cui aveva chiesto di allertare i carabinieri proprio per impedire la fuga del 44enne. All'arrivo dei soccorsi l'uomo era già deceduto e sul luogo dell'aggressione è stata rinvenuta la tessera sanitaria dell'omicida, che è stato rintracciato poco dopo ed arrestato.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO