Ancona, sequestrato un carico di respiratori diretto in Grecia

Le imprese non possono cedere all'estero dispositivi che servono per i malati di Covid-19.

Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza di Ancona in collaborazione con l'Agenzia delle Dogane e Monopoli ha sequestrato oggi un carico di strumenti e dispositivi per la ventilazione meccanica dei pazienti con patologie respiratorie. Si trovava su un autoarticolato che era in coda per imbarcarsi su un traghetto diretto in Grecia dopo aver superato i controlli di sicurezza per l'accesso in porto.

L'ordinanza della Protezione Civile sull'emergenza coronavirus vieta espressamente alle imprese di cedere all'estero i dispositivi che possono servire ai pazienti affetti da Covid-19, per questo si è preceduto al sequestro. C'erano nell'autoarticolato 1.840 circuiti respiratori (tubo, pallone, valvola e maschera respiratoria) che servono in terapia intensiva.

Ora i dispositivi sequestrati saranno consegnati alla Protezione Civile per gli aiuti ai presidi ospedalieri italiani. Il rappresentante legale della società italiana che ha sede in provincia di Milano e ha tentato la vendita a una società greca è stato ora denunciato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO