Coronavirus nel Mondo: oltre 34mila decessi e 723mila contagiati

La pandemia di coronavirus COVID-19 ha già provocato oltre 34mila morti in tutto il Mondo e i casi confermati positività al nuovo coronavirus hanno superato le 720mila unità, oltre 140mila nei soli Stati Uniti, intervenuti in modo tardivo per contenere o limitare il propagarsi dell'epidemia.

L'Italia resta il secondo Paese più colpito - più di 97mila casi e 10.779 decessi - seguita dalla Cina che, almeno stando ai dati ufficiali diffusi da Pechino, sarebbe ferma da tempo a 82mila contagi.

Altri Paesi UE che si sono mossi in lieve ritardo rispetto al nostro Paese, ignorando quello che era un chiaro esempio da seguire in modo tempestivo, stanno purtroppo scontando la scarsa celerità: oltre 80mila casi in Spagna, 62mila in Germania e 40mila in Francia. Anche in Regno Unito la situazione sta lentamente precipitando, con 19mila casi confermati e oltre 1.200 decessi in pochi giorni.

Sempre più Paesi del Mondo hanno già ufficializzato un prolungamento delle misure più o meno restrittive imposte da settimane. L'Argentina, che ad oggi conta 820 casi ufficiali, estenderà la quarantena nel Paese fino al 12 aprile, mentre il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato in queste ore le linee guida per il distanziamento sociale in tutto il Paese almeno fino al 30 aprile.

Le parole di Trump lasciano immaginare uno scenario davvero drammatico:

Il punto più alto del tasso di mortalità potrebbe arrivare tra due settimane. 2.2 milioni di persone potrebbero morire se non prolunghiamo queste misure.

Trump ha aggiunto che se nei soli Stati Uniti si riuscirà ad avere meno di 100mula decessi, "si potrà dire di aver fatto un ottimo lavoro".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO