Crolla ponte di Caprigliola tra La Spezia e Massa: spezzato gasdotto, un ferito

crollo ponte aprigliola

È crollato stamane il ponte di Caprigliola, che collega La Spezia e Massa. L’emergenza coronavirus ha sostanzialmente evitato la tragedia, poiché al momento del crollo, come riferiscono testimoni oculari, c’erano sul ponte solo due furgoni, che sono rimasti comunque sopra la carreggiata crollata e i cui guidatori si sono messi in salvo. Il crollo ha spezzato il tubo di un gasdotto sottostante e ha causato un ferito.

Il ponte di Caprigliola, costruito sul fiume Magra, collega sostanzialmente la Liguria con la Toscana ed è sito in Albiano Magra (Massa Carrara), lungo la provinciale che dalla Val vi Vara giunge fino alla Val di Magra (La Spezia). Negli ultimi mesi si è discusso tanto di questo ponte, poiché a novembre del 2019, in seguito a forti piogge, si era formata una crepa assai preoccupante. In seguito ad un sopralluogo dell’Anasa, la stessa era stata riparata con un intervento che ha consentito la riapertura al traffico senza alcun limite.

Upi: "Crollo per mancanza di manutenzione"

Da alcuni video pubblicati su Twitter da testimoni oculari, emerge chiaramente la fuoriuscita di gas conseguente dalla rottura di una condotta. Pronto l’intervento da parte di Italgas, che tramite un portavoce spiega che l’interruzione temporanea del servizio interessa solamente la frazione di Caprigliola, nel comune di Aulla (Massa Carrara). L’Unione delle Provincie Italiane (Upi) parla senza mezzi termini di un disastro causato dalla mancanza di manutenzione: "Deve essere chiaro, ancora una volta - dice il presidente Michele de Pascale - che quando le Province dicono a gran voce, e dati alla mano, che il Paese ha bisogno urgente di manutenzione non è per fare allarmismo ma perché la presenza sul territorio ci consente di avere un quadro chiaro delle necessità".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO