Coronavirus: fosse comuni a New York

Immagini forti in arrivo dagli Stati Uniti, nel pieno dell’emergenza coronavirus: una quarantina bare sono state deposte in fosse comuni scavate appositamente a Hart Island, al largo del Bronx, a New York. Le foto dall’alto sono state scattate da un drone nel luogo che da più di 150 anni viene usato per tumulare chi non può permettersi un funerale o un loculo al cimitero.

Lo stesso sindaco di New York Bill de Blasio in questi giorni aveva avanzato la possibilità di usare "cimiteri temporanei" durante l'emergenza, facendo riferimento proprio a Hart Island che storicamente si è sempre prestata all’uso.

Reuters racconta che i funzionari della città di New York hanno assunto decine di lavoratori a contratto proprio per scavare le fosse comuni in relazione ai crescenti decessi di persone positive al Covid-19, per numeri tragici negli ultimi tre giorni.

In genere circa 25 corpi vengono sepolti ogni settimana da detenuti sotto pagati che lavorano sull'isola, che si trova al largo della costa orientale del distretto del Bronx, raggiungibile solo in barca. Da marzo, cioè da quando il coronavirus si è diffuso rapidamente in città, ad Hart Island si seppelliscono circa due dozzine di corpi al giorno, 5 giorni su 7.

Le bare, posizionate una di fianco all’altra, ricordano che la Grande Mela e lo Stato di New York sono tra le città e gli stati più colpiti su scala mondiale dall’epidemia di Covid-19, complice il ritardo nel chiudere tutto da parte delle autorità.

Secondo il bollettino della John Hopkins University sono 161.807 i contagiati nello Stato (87.028 solo a New York), cioè +10mila nelle ultime 24 ore. Ieri i decessi di pazienti positivi sono stati 799, numero record dall’esplosione della pandemia. I decessi totali sono invece 7.067.

Solo lo Stato di New York, che ha circa 19,5 milioni di abitanti, supera l'intera Spagna che con 153.222 casi è la seconda nazione più colpita al mondo dopo gli Usa (466.299) per numero di contagiati.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO