Roma, confiscati beni per 18 milioni agli Spada: colpo al clan di Ostia

roberto spada

Arriva la confisca definitiva dei beni sequestrati al clan Spada di Ostia. Il tribunale di Roma ha disposto il provvedimento che riguarda beni mobili e immobili pari a complessivi 18 milioni di euro. In queste ore la Guardia di finanza ha eseguito il provvedimento che assesta un duro colpo al clan il quale attraverso l'intestazione delle attività a “prestanome”, apparentemente insospettabili, inquinava l’economia legale.

Nel dettaglio è stato confiscato il patrimonio aziendale di 19 società, più 2 ditte individuali e 6 associazioni sportive-culturali che tra Ostia e Roma erano attive nella gestione di bar, sale slot, forni, distributori di carburante, palestre, ma anche scuole di danza, vendite di auto e nel settore edile. Confiscati anche 13 automezzi e rapporti finanziari bancari e postali.

Tra le attività sottratte definitivamente al clan anche la “Femus Box”, associazione che gestiva la palestra di Ostia dove a novembre di 3 anni fa Roberto Spada diede una testata in faccia a telecamere accese a un giornalista Rai. Il gesto costò a Spada una condanna per lesioni aggravate dal metodo mafioso e fece concentrare l’attenzione dei magistrati sullo strapotere del clan di Ostia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO