Silvia Romano è rientrata in Italia: foto e video

silvia romano rientrata italia

Silvia Romano è rientrata in Italia. La cooperante rapita in Kenya nel 2018 e liberata sabato a Mogadiscio, in Somalia, è atterrata a Ciampino intorno alle 14. La giovane è scesa dall’aero sorridente, salutando tutti e con indosso una veste islamica tradizionale di colore verde. Ad attenderla, allo scalo i familiari, il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. Già oggi la Romano sarà ascoltata dai pm di Roma, che hanno avviato un’indagine per rapimento a scopo di terrorismo. Dopo gli abbracci e la commozione con i familiari, la cooperante si è intrattenuta per qualche minuto con le istituzioni. "Grazie. Sto bene, per fortuna, sto bene fisicamente e mentalmente. Ora voglio solo stare tanto tempo con la mia famiglia e sono felicissima. Dopo tanto è bello essere tornati", le prime parole della ragazza.

Alle 14, un applauso durato circa 5 minuti e le campane in festa hanno scandito il rientro in Italia di Silvia Romano a Milano. Al rintocco delle campane, in via Casoretto dove la ragazza abita con la madre, i vicini si sono affacciati ai balconi per un flash-mob organizzato. Scroscianti applausi per diversi minuti, palloncini e striscioni hanno abbracciato virtualmente la cooperante liberata sabato sera.

Conte: "Lo Stato c'è"

Soddisfatto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che dopo aver salutato il ritorno di Silvia Romano, ha dichiarato: "In questo momento di grande difficoltà è un segnale che lo Stato c'è. Questi risultati si ottengono solo se c'è abnegazione: in particolare dell'Aise (l'Agenzia informazioni e sicurezza esterna), ma anche della Farnesina e dell'unità di crisi, del ministro Di Maio, dell'autorità giudiziaria. Quando lavoriamo insieme coesi, concentrati, ce la facciamo sempre. È un bel giorno, sono molto contento per Silvia, per i suoi genitori e per tutti gli italiani che hanno atteso questo momento". Sulla liberazione, Conte sottolinea che "eravamo in dirittura finale da qualche mese", ma niente è trapelato perché queste sono "operazioni che necessitano di riserbo".

Di Maio: "Ora liberare altri ostaggi italiani"

Felice ed anche emozionato, il ministro degli esteri Luigi Di Maio, che ha ribadito il massimo impegno per "tutti gli altri cittadini italiani ancora in stato di prigionia all'estero". "L'Italia non lascia indietro nessuno. Il lavoro continuerà già dalle prossime ore", ha aggiunto.

Il ritorno di Silvia Romano è stato salutato anche dal capo dello Stato, Sergio Mattarella: "La notizia della liberazione di Silvia Romano è motivo di grande gioia per tutti gli italiani. Invio un saluto di affettuosa solidarietà a Silvia e ai suoi familiari, che hanno patito tanti mesi di attesa angosciosa. Desidero esprimere riconoscenza e congratulazioni agli uomini dello Stato che si sono costantemente impegnati, con determinazione e pazienza, tra tante difficoltà, per la sua liberazione Bentornata, Silvia!".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO