Foligno: bimba di 3 anni trovata morta nella piscina di una villa disabitata

Bimba di 3 anni trovata morta in una piscina a Foligno dai carabinieri

Una bambina di tre anni è stata trovata priva di vita nelle vicinanze di Scanzano, nella zona di Capodacqua di Foligno. Il corpicino, riverso a pancia in giù, era nell'acqua sporca di una piscina di una villa disabitata, già adibita ad agriturismo.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, la bimba, di nazionalità italiana, sarebbe scomparsa da casa all'ora di pranzo con i tre cani di famiglia per essere ritrovata morta circa tre ore dopo, a 1,5 km in linea d'aria dalla sua abitazione.

La bambina, secondo gli investigatori, si sarebbe allontanata da casa con i cani e giocando con gli animali al bordo della piscina di quella villa disabitata sarebbe caduta in acqua: un tragico incidente. Ma le indagini sono appena iniziate e tra i punti da chiarire c'è come la bambina sia riuscita a sparire da casa sua e a intrufolarsi poi in quella villa con piscina.

I genitori della bimba sono stati ascoltati dai carabinieri di Perugia che alle 13 avevano ricevuto la loro telefonata di allarme per la scomparsa della figlia.

Le ricerche, cui hanno partecipato anche polizia, guardia di finanza e vigili del fuoco, oltre ai carabinieri dall’alto con un elicottero, si sono drammaticamente concluse quando la bambina è stata notata nell’acqua della piscina, con i cani ai bordi.

Quando i carabinieri e il personale del 118 sono arrivati sul posto, per la bambina non c’era ormai più nulla da fare. Dal sopralluogo si spera di ottenere elementi utili per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto, anche perché vista la zona, boschiva, è difficile che i militari dell’Arma possano contare su immagini riprese da telecamere di sorveglianza.

Intanto il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Spoleto ha disposto l’autopsia sul corpo della bambina.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO