Bari: positivo al coronavirus al lavoro per paura di perdere il posto, denunciato

bari dipendente positivo coronavirus lavoro

Positivo al coronavirus, ma asintomatico, va a lavorare in un ristorante di Bari perché temeva di perdere il posto. La notizia è riportata dall’edizione di Bari del quotidiano La Repubblica, che sottolinea come il protagonista di questa vicenda, un ragazzo di 21 anni, è stato denunciato dalle autorità per violazione degli obblighi di quarantena. Quando è stato scoperto, il dipendente di è giustificato affermando di essersi recato ugualmente sul posto di lavoro per paura di rimanere senza impiego.

In seguito all’azione del ragazzo, l’Asl ha sottoposto a tamponi i suoi colleghi e lo stesso datore di lavoro, il cui locale potrebbe ora rimanere chiuso temporaneamente per questioni di sicurezza. Risultato positivo al coronavirus lo scorso 29 maggio, il 21enne è stato messo in quarantena assieme ai nove familiari con cui vive. Domenica scorsa, durante un controllo della Guardia di Finanza, il giovane non era presso il proprio domicilio e in seguito ad alcune ricerche è stato trovato pure al ristorante.

Secondo la ricostruzione del quotidiano, né il datore di lavoro né gli altri dipendenti erano a conoscenza della positività del ragazzo, che per fortuna non ha avuto contatti con i clienti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO