Codogno: pronto soccorso riapre dopo 100 giorni. Subito un nuovo paziente positivo al coronavirus

È arrivata anche un’anziana positiva conclamata, residente in una RSA.

Pronto Soccorso Codogno

Questa mattina a Codogno ha riaperto il pronto soccorso che era stato chiuso nella notte tra il 20 e il 21 febbraio a causa della scoperta dei primi due casi di positività al coronavirus, il paziente 1 (Mattia) e il paziente 3. Oggi erano presenti i vertici della Asst di Lodi, i dirigenti medici e il sindaco Francesco Passerini. Stefano Paglia, direttore del dipartimento di emergenza e urgenza della Asst di Lodi, ha ricordato:

"Quella sera ero qui con il dottor Andrea Filippin, che è il referente medico di presidio, e subito dopo l'accertamento di Paziente 1 e Paziente 3 abbiamo avuto la certezza di essere nel pieno di un'epidemia"

Secondo il primario quello che è successo a Codogno è un "unicum nella storia della medicina di igiene e prevenzione in Italia". Paglia ha anche detto:

"Abbiamo riaperto perché adesso siamo in condizioni di garantire sicurezza per i pazienti, gli operatori e il territorio"

In effetti il pronto soccorso è stato riaperto con tutti i crismi: termoscanner all'entrata, triage, ingresso vietato ai parenti, due percorsi distinti, astanterie con letti distanziati per ospitare in totale 23 pazienti, zone filtro, una shock-room, quattro letti di terapia intensiva super attrezzati con ventilatori di ultima generazione e di fascia alta.

Enrico Storti, primario di anestesia e rianimazione della Asst di Lodi, ha spiegato:

"Stiamo lavorando anche alla redazione di protocolli clinici e assistenziali unici con Lodi. Vogliamo fare in modo che ci sia una cartella clinica informatizzata unica e strumenti uguali, per sviluppare un approccio metodologico al paziente con una base comune tra Lodi e Codogno"

Poco dopo la riapertura del pronto soccorso è arrivato anche un sospetto caso di coronavirus. Gli è stato fatto il tampone e 45 minuti è arrivato il responso: è positivo. È stato subito ricoverato nel reparto dedicato ai malati di Covid-19.

Al pronto soccorso è stata portata anche un’anziana signora, 90enne, residente in una RSA, positiva conclamata, che ha accusato problemi di anemia e ora è stata portata anche lei nell’area riservata ai malati di Covid-19.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO