Trapani: parzialmente cieco ma guidava l'auto, denunciato

trapani falso cieco

Guidava e faceva rifornimento senza alcun aiuto nonostante avesse un certificato di cecità. Finisce nei guai un 60enne di Campobello di Mazara, nel Trapanese, a cui i carabinieri hanno notificato un decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Marsala su richiesta della locale Procura. L’uomo, nato in Svizzera, ma residente da anni nella cittadina in provincia di Trapani, grazie ad una documentazione medica che ne comprovava una parziale cecità percepiva una pensione di invalidità che gli è valsa un totale di circa 40mila euro da parte dell’Inps.

E non è tutto, perché all’uomo la patente era stata revocata nel 1988 per mancanza di requisiti fisici, eppure continuava a guidare. Secondo quanto risultato dalle indagini, il 60enne rispettava senza grossi problemi segnaletiche e precedenze, senza nemmeno utilizzare degli occhiali. I carabinieri lo hanno anche sorpreso mentre faceva rifornimento ad una pompa di benzina e mentre potava un albero. "Le indagini hanno permesso di accertare come dal luglio 2016 l’uomo svolgesse di fatto attività incompatibili con la patologia di cui risulta formalmente affetto e per cui è indagato", spiegano gli inquirenti.

Il giudice di Marsala, per queste violazioni, ha emesso nei suoi confronti il sequestro preventivo diretto di 18.500 euro tra conti correnti e una nota compagnia assicuratrice. Inoltre, l’uomo è stato denunciato per indebita percezione di erogazioni dello Stato e di truffa aggravata. Oltre alla pensione d’invalidità, il cittadino italo-svizzero era beneficiario anche di una somma importante ottenuta dopo la morte di un familiare avvenuta a Campobello di Mazara nel 2019.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO