Roma, picchia la compagna fino a ucciderla: fermato clochard

clochard uccide compagna roma

Avrebbe ucciso di botte la compagna il clochard di 41 anni fermato a Roma con l’accusa di omicidio nelle scorse ore dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Via In Selci. L’uomo, di nazionalità romena, avrebbe assassinato secondo gli inquirenti Maria Drabikova, 40enne di origine slovacca, pure lei senza fissa dimora.

La donna è deceduta in ospedale il 12 maggio scorso in seguito alle gravissime lesioni subite. L’aggressione mortale era avvenuta nella mattinata del giorno prima, secondo la ricostruzione degli investigatori, nelle vicinanze del Parco Don Mario Picchi.

Era stato un passante a notare a terra il corpo della donna che nonostante fosse semicoperto mostrava evidenti contusioni e segni di violenza sul volto. Dato l’allarme, sul posto era giunto il personale del 118.

La donna era stata così soccorsa e trasportata d’urgenza al pronto soccorso del San Giovanni, dove però era arrivata in coma. Le successive indagini avevano puntato subito sul compagno della vittima, poi rintracciato dai carabinieri della Compagnia Eur.

La versione data dall’uomo di cosa fosse successo la mattina del delitto, tra le 10 e le 11, non aveva convinto i militari dell’Arma. Dopo le testimonianze raccolte e gli accertamenti tecnici del Ris, i carabinieri hanno stabilito che l'uomo aveva avuto una colluttazione con la vittima e che era stato l’ultimo a vederla. Ora il 41enne si trova a Regina Coeli, con le accuse di maltrattamenti in famiglia e omicidio aggravato, in attesa dell’interrogatorio del gip.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO