Covid-19: oltre 11,4 milioni di casi nel mondo | Nuovi lockdown in Spagna, virus galoppa in Israele e Palestina

Americhe epicentro della pandemia

Coronavirus nel mondo 6 luglio 2020

Sono 11.419.638 i contagi di coronavirus registrati nel mondo, per 533.781 decessi di pazienti positivi, secondo l’aggiornamento della John Hopkins University di oggi 6 luglio 2020.

La pandemia di coronavirus ha ora il suo epicentro nelle Americhe, ma preoccupa anche la situazione in India. Gli USA restano il Paese più colpito al mondo, con 2.888.586 contagi accertati (+39.400 solo nell'ultimo giorno) e 129.947 morti.

Subito dopo gli Stati Uniti c'è il Brasile, con 1.603.055 casi accertati e 64.867 vittime. In comune i due Paesi hanno avuto la sottovalutazione dell’epidemia da parte dei loro presidenti.

Al terzo posto per numero di contagi da Covid-19 c’è l'India che con 697.413 casi ha superato la Russia (in cui i casi registrati sono 680.283), per 19.268 decessi totali nel paese asiatico.

In Europa si registrano nuovi importanti focolai in Spagna, con nuovi lockdown in Galizia, per 70mila persone in isolamento, e Catalogna, dove sono in 200mila in quarantena, mentre in Israele, a due mesi dalle aperture, si parla ormai di seconda ondata di coronavirus con 29.366 casi accertati, +6.000 in una settimana.

Anche nei territori palestinesi il numero dei casi positivi è raddoppiato in sette giorni, arrivando a quota 4.250, così come è raddoppiato quello degli attualmente positivi che sono 3.594. A preoccupare di più è la situazione in Cisgiordania, dove si registra la maggioranza assoluta dei casi. Abu Mazen ha prorogato lo stato di emergenza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO