Coronavirus, bollettino 16 luglio: +230 positivi. Stop a ingressi da Serbia, Montenegro e Kosovo

In aumento sia il numero di positivi sia di morti.

Bollettino coronavirus 16 luglio 2020

Il bollettino della Protezione Civile sulla diffusione del contagio da coronavirus in Italia aggiornato a oggi, giovedì 16 luglio 2020, vede un aumento del numero di nuovi casi e anche di morti. Nelle ultime 24 ore sono stati infatti registrati 230 nuovi casi di positività e 20 decessi. In totale, dunque, il numero di casi accertati sale a 243.736 e quello dei morti a 35.017. Gli attualmente positivi sono invece 12.473.

Bisogna notare però come dei 230 nuovi casi 266 sono stati individuati con i test sierologici, mentre con il tracciamento ne sono risultati soltanto quattro e questo è un record.

Intanto il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato che con una ordinanza ha bloccato gli ingressi da Serbia, Montenegro e Kosovo:

"Ho firmato una nuova ordinanza: chi è stato negli ultimi 14 giorni in questi territori ha il divieto di ingresso e transito in Italia. Nel mondo l'epidemia è nella fase più dura. Serve la massima prudenza per difendere i progressi che abbiamo fatto finora"

Sono bloccati i voli, i treni e tutti gli altri mezzi di trasporto verso questi tre Paesi che si aggiungono ad altre 13 nazioni e cioè Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù e Repubblica Dominicana.

Intanto a Pozzallo l'Asp di Ragusa ha segnalato 14 positivi tra i migranti approdati qualche giorno fa, mentre a Jesolo sono stati trovati positivi 42 migranti e un operatore della Croce Rossa.

Il coordinatore regionale della Croce Rossa veneta, Francesco Cosa, ha spiegato che è garantito il massimo controllo e che dalla sede nazionale sono arrivati altri undici operatori. Nelle prossime due settimane sarà garantita la permanenza dei migranti nella struttura di Jesolo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO