Migranti, 45 morti al largo della Libia. Oim-Unhcr: "Il peggiore naufragio di quest’anno"

L'Oim denuncia gli inaccettabili ritardi nei soccorsi

migranti mare ionio

Quarantacinque migranti sono morti in un naufragio avvenuto al largo delle coste della Libia. Lo afferma l'Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) che in un tweet parla del "peggiore" naufragio "di quest'anno". L’Oim e l'Unhcr avvertono: "Senza un'operazione di soccorso dedicata e un meccanismo per gli sbarchi guidati dall'Ue, altre vite andranno perse nel Mediterraneo".

Il naufragio è avvenuto il 17 agosto scorso, al largo della costa di Zuara. La causa della tragedia sarebbe da ricercare nell'esplosione del motore dell'imbarcazione su cui i migranti viaggiavano secondo il racconto dei sopravvissuti che sono 37, provenienti soprattutto da Mali, Senegal, Ciad e Ghana.

A soccorrerli sono stati dei pescatori locali. I sopravvissuti dopo lo sbarco sono stati arrestati. Secondo il loro racconto tra le 45 vittime ci sono anche cinque minori.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO