Milano: esplosione in palazzina, nove feriti, uno grave

milano esplosione

Esplosione in un appartamento di Milano, in piazzale Libia: i palazzi hanno tremato intorno alle 7 del mattino, quasi certamente per una fuga di gas. Sul luogo dell’esplosione si sono presentati rapidamente i vigili del fuoco e il 188 con diverse ambulanze: il primo bilancio è di 9 feriti, di cui uno in maniera grave. Dopo il primo sopralluogo, i pompieri hanno appurato che l’incidente ha coinvolto il piano terra e i primi tre piani della palazzina al civico 20.

Due persone sono state curate a bordo delle ambulanze intervenute sul posto, mentre il ferito gravemente è un trentenne che si trovava al piano terra: per lui ustioni di secondo e terzo grado su tutto il corpo e trasferimento al Niguarda in codice rosso. Gli abitanti del condominio sarebbero in tutto 50 e dopo l’esplosione al piano terra, si è sviluppato un incendio che si è propagato anche al primo piano. Molta gente si è riversata in strada, mentre i vigili del fuoco, non potendo evacuare il palazzo dall’ingresso, bloccato dalle macerie, sono stati costretti ad utilizzare le loro scale per farli uscire dai piani superiori.

Esplosione a Milano: il racconto dei testimoni

Crolli sono segnalati anche in altre aree del palazzo, con cedimento di muri interni, ma non strutturali. "Mi ero svegliata da pochi minuti e stavo per versare il caffè, per il botto mi sono spaventata così tanto che mi è scappata dalle mani la caffettiera", la testimonianza di una studentessa che abita nel palazzo di fronte. "Sono uscito subito sul balcone, mi hanno colpito molto quei secondi di silenzio subito dopo il boato. Poi sono iniziate le urla e poco dopo le prime sirene. Da lontano ho visto un ragazzo messo male, credo fosse quello che poi è stato ricoverato e che ora è grave", le parole di un altro testimone oculare. Forze dell’ordine al lavoro per mettere in sicurezza l’area.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO