Change.org: il social network per cambiare il mondo

changetheworld.jpg

La Rete può essere solidale. O meglio, la Rete può dare una mano ad essere più solidali.  Forse il web in sè non può risolvere i grandi problemi del mondo ma, almeno, può contribuire a mettere in relazione le persone che vogliono risolvere i grandi problemi del mondo.

Se date un'occhiata al sito www.change.org, potete scoprire il perchè.

Change.org è un sito di social network per l'attivismo sociale, per il non profit e per la politica globale. La logica del sito è chiara: "Today as citizens of the world, we face a daunting array of social and environmental problems ranging from health care and civil rights to global warming and economic inequality. For each of these issues, whether local or global in scope, there are millions of people who care passionately about working toward a solution but have no way of connecting with each other to advance a common goal".

Dunque, il ragionamento è semplice: nel mondo ci sono un'infinità di problemi che vanno dalla salute ai diritti umani, dall'ambiente allla disuguaglianza economica. Ci sono, però, milioni di persone che si impegnano per risolvere questi problemi ma non hanno modo di connettersi l'una con l'altra per portare avanti delle iniziative a livello globale.

Change.org vuole promuovere la collaborazione umana, facilitare il dialogo e la collaborazione. Viene proposto uno scambio tra le persone sulle questioni sociali. Per ogni questione viene sollevato un dibattito e le persone possono esprimersi liberamente con iniziative, proposte, suggerimenti.

L'idea del network è stata concepita da Ben Rattray nell'estate del 2005, con l'aiuto di Stanford, Mark Dimas e il supporto di un team composto da darren Haas, Rajiv Gupta e Adam Cheyer. E' stato lanciato in Rete nel febbraio 2007.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO