Heineken Jammin Festival: ecco come farsi rimborsare

musicametal.jpg

Venerdì una tromba d'aria si è abbattuta a Mestre sull'Heineken Jammin Festival e la tre-giorni di concerti è stata annullata (Vi raccontano tutto Indie Music e Musica Metal).

Ora i partecipanti chiedono se sarà possibile avere il rimborso del biglietto. All'inizio sembrava non fosse possibile, visto che una tromba d'aria non è prevedibile. In seguito, però, l'organizzazione  ha dichiarato  che tutti i biglietti verranno rimborsati.

Musica Metal, il blog curato da Paolo Bianco, scrive in un post vi dà tutte le informazioni per poter avere i rimborsi dei biglietti acquistati da Ticket One (cliccate qui) mentre Indie Music, il blog curato da Fabio De Santi, vi spiega come avere i rimborsi per i biglietti acquistati presso i punti vendita e per quelli acquistati presso la cassa del festival (qui).

indiemusic.jpgIn quell'occasione, il web ha avuto un ruolo fondamentale in qualità di strumento per offrire notizie aggiornate. Nella home page del sito del Comune di Venezia c'era un sezione dedicata alla tragedia e al primo comunicato ne sono seguiti altri otto, fino a quello che riportava la dichiarazione congiunta del Comune, di Milano Concerti ed Heineken sull'annullamento della manifestazione.

E' lo stesso Comune a spiegare in un comunicato: "La notizia della tromba d'aria che ha colpito ieri pomeriggio il Parco di San Giuliano e le vie di accesso al ponte translagunare è stata oggetto di informazione di emergenza - con il "codice giallo" - in home page del sito Internet del Comune: al primo annuncio sulla tromba d'aria, sulla interruzione del concerto, sulla situazione del traffico a Mestre, sono seguiti altri otto comunicati, fino a quello congiunto (Comune, Milano Concerti, Heineken) sull'annullamento della manifestazione, e quelli sui disagi ancora permanenti nella viabilità, alle ore 22.16.

Nel corso del "codice giallo" (dalle ore 17.30 circa alle 0.48 di oggi) il sito è stato visitato da 19.956 navigatori, numero altissimo se confrontato alla stessa categoria di pagine viste durante tutto il giorno precedente e che denota che lo strumento della comunicazione d'emergenza diventa un valido mezzo a supporto dell'informazione alla popolazione
".

Non solo. Essendo stato un evento improvviso e rapido, le migliori fonti di informazione sono stati proprio i reporter diffusi, presenti al concerto. E i media tradizionali hanno dedicato molto spazio, per esempio, alle foto scattate dai partecipanti con i telefonini o con le proprie macchine digitali (Guardate la sezione del Corriere della Sera).

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO