Un gioco sui preti pedofili. Volontè contro Molle Industria

di Tiziano Scolari

Operazione Pretofilia: un gioco su internet che riprende il video Sex Crimes and Vatican su preti e pedofilia e che cerca di far riflettere, in maniera scherzosa, sull’argomento.

giocomolleindustria.jpg

Un’interpellanza parlamentare urgente, presentata il 28 Giugno dal capogruppo alla Camera dell'UDC Gianluca Volontè contro “un gioco flash, che può essere scaricato da chiunque dal portale Molleindustria realizzato con lo scopo di attaccare la Chiesa in generale e Papa Benedetto XVI (inserendo nella prima pagina una falsa lettera autografa - Magnum Secretum)”.

In pochi giorni i gestori di Molleindustria decidono di togliere il gioco dal sito, anche se ormai è rintracciabile in rete digitando Operation: Pedopriest su un qualsiasi motore di ricerca.

I gestori del sito si difendono così “Siamo convinti che perseguire un videogioco satirico con l'accusa di pedopornografia sia, oltre che un attacco alla libertà di espressione, anche un danno alla sacrosanta lotta agli abusi sui minori. La stessa legge che si propone di punire gli stupratori e i produttori di materiale pedopornografico viene usata per togliere dalla circolazione un'opera che paradossalmente vuole proprio essere una condanna di questi comportamenti”.

Molleindustria è un sito di giochi flash che si occupa di temi scottanti: la legge 40 sugli embrioni, la precarietà del lavoro, il revisionismo storico, lo sfruttamento delle risorse e del lavoro di Mac Donald.

Lo fa, però, non con lunghi trattati, ma con giochini che cercando di divertire facendo pensare. Dalla loro i gestori del sito hanno anche la stampa estera, Ecrans, il portale di cultura del quotidiano Liberation, riporta infatti un lungo articolo in cui si parla proprio del gioco e della reazione che il video della BBC ha avuto in Italia.

I fatti che colpiscono, nella vicenda, sono due. la solerzia con cui la politica si è mossa e l’ignoranza dimostrata rispetto alle dinamiche della rete. Sono passati solo 5 giorni, dal 23 Giugno al 28 Giugno, dalla pubblicazione del gioco sul sito alla discussione alla Camera sulla mozione dell’onorevole Volontè.

In molti altri casi i tempi sono decisamente più lunghi. Il secondo fatto è che l’interconnessione della rete rende praticamente impossibile cancellare da internet qualcosa, in questo caso un gioco, che è stato immesso nella rete.

Per un Molleindustria che cancella il file, ci sono mille altri siti al di fuori dell’Italia e quindi non sottomessi alle leggi italiane, che lo rilanciano. Siti facilmente raggiungibili anche dalle italiche coste.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO