Il Commissariato virtuale: le denunce alla Polizia si fanno via web

polizia_stradale.jpgVoi che navigate spesso in Internet, come reagireste sapendo dell'esistenza di un Commissariato di Polizia virtuale?

Sappiate che in Francia, l'anno prossimo, questo progetto potrebbe concretizzarsi. E' stato il ministro dell'Interno, Michèle Alliot-Marie, in occasione del settimo incontro con le associazioni d'aiuto alle vittime, ad ufficializzare il tutto.

Che cosa si intende per "commissariato virtuale"?

Si tratta di un sito in cui si potrà depositare una denuncia contro qualcuno per reati minori. Il costo del progetto è di 3,4 milioni di euro e dovrebbe partire all'inizio del 2008.

Come funziona? In pratica ogni cittadino connesso a Internet potrà fare una segnalazione al commissariato virtuale per un reato subito indicando, innanzitutto, una prima valutazione dei fatti, il luogo e la data del reato, i danni subito e tutti gli elementi utili per l'inchiesta.

Il vantaggio principale è quello di garantire maggior discrezione alle vittime (spesso molte persone anziane truffate non vanno a denunciare per vergogna o per senso di umiliazione) senza però impedire un contatto diretto con la Polizia che, accertata la segnalazione, provvederebbe a convocare la vittima.

Se vi pare una buona idea, sappiate che in Italia già esiste. Forse non era noto a tutti - ah, che peccato quando la Pubblica Amministrazione crea così bei servizi ma non li accompagna ad una buona comunicazione! - ma già dall'anno scorso, sul sito della Polizia di Stato, è possibile fare una denuncia. Per ora questo servizio è disponibile solo per le denunce di furto e smarrimento.

Post correlati:

- Un sms per controllare se un veicolo è rubato

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO