La Rete si mobilita per Kenneth Foster, condannato a morte senza avere ucciso nessuno

carcere00.jpgIn molti nella Rete stanno seguendo la vicenda di Kenneth Foster che il 30 agosto 2007 in Texas verrà giustiziato nonostante non abbia ucciso nessuno. La sentenza ha applicato una legge vigente solo in Texas, in base alla quale una persona "è responsabile di un crimine commesso da altri qualora egli abbia agito con l'intenzione di promuovere o assistere il compimento di tale crimine". Kenneth era alla guida dell'auto che è servita alla fuga di Maurice Brown, esecutore materiale di una rapina nella quale ha ucciso un uomo, giustiziato qualche tempo fa.

kennethfoster.jpgIn molti sono rimasti colpiti dalla storia di Kenneth che secondo le leggi del Texas merita di morire solo perché complice di un omicida. "Io non ho parole" dice don Paolo Padrini sul blog Passi nel Deserto, mentre Pollicino afferma che questa storia dimostra "quanto sia sbagliato un sistema" che condanna a morte le persone. Enzofitaly parla di "vendetta legalizzata" dell'avvocato, padre del ragazzo ucciso durante la rapina. Il Nostro Viaggio titola "Non mi sembra vero".

Su www.freekenneth.com potete leggere gli scritti del condannato a morte e trovare una lettera da mandare al Governatore del Texas. La speranza è quella di convincerlo a cancellare l'esecuzione. C'è anche il blog savekenneth.blogspot.com dove la vicenda viene seguita con continui aggiornamenti. Per firmare la petizione cliccate qui.

Altri post qui:  Kenneth Foster

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO