Alberto Stasi: "I giudici sanno chi è l'assassino"

garlasca03g.jpg

Dopo aver parlato dei rapporti non proprio idilliaci che correvano tra Chiara Poggi e Stefania Cappa ecco un nuovo elemento che potrebbe far propendere per una vicina soluzione del giallo di Garlasco.

C'è una frase pronunciata da Alberto Stasi all'uscita dall'interrogatorio durato nove ore che farebbe pensare a quasta ipotesi. La Stampa riporta infatti un'affermazione di Alberto, rilasciata alle telecamere del Tg1, che non lascerebbe dubbi: «I giudici sanno, e faranno».

Ma leggiamo cosa riporta il quotidiano torinese in una parte dell'articolo che riguarda i nuovi indizi sull'omicidio. 

Nove ore di interrogatorio non è che siano servite a tanto, se non a cancellare qualche indizio, qualche speranza, qualche labile traccia.

Però, forse, sono servite ad Alberto, l’unico indagato, il bravo ragazzo della Bocconi, il fidanzato con la faccia timida. Per tutto il tempo ha ripetuto che lui non c’entra con questa storia, ma alla fine s’è sentito pure in dovere di insistere con gli inquirenti: «Cercate altrove», ha detto.

«Io non so, ma ho letto tante bugie in questi giorni".

Per esempio, i rapporti fra Chiara e sua cugina Stefania non erano così idilliaci come ho sentito dire». E poi, alle telecamere del Tg1: «I giudici sanno, e faranno».

Il fatto è che se da una parte Alberto Stasi continua a consegnare ai verbali la sua versione senza cambiarla di una virgola, tornando a ripetere che a lui quella mattina sembrava proprio d’aver visto Chiara riversa a terra con il pigiama rosa, che il volto di lei gli era parso bianco, e che appena visto quel macello era uscito di corsa per chiamare i carabinieri, dall’altra, le prime notizie che arrivano dai Ris farebbero cadere l’unica pista certa che poteva portare alla sua colpevolezza: quella del capello trovato fra le dita della fidanzata.

  • shares
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO