I funerali di Luciano Pavarotti: lacrime e emozioni a Modena

funeralipavarotti.jpgGli abbiamo dato l'ultimo saluto. A Modena si sono tenuti i funerali di Luciano Pavarotti. Musica, applausi e tante emozioni nell'ultimo saluto che non solo l'Italia, ma il mondo intero ha dato a Big Luciano. Vogliamo solo cercare di raccontarvi che cosa è successo in questo triste pomeriggio modenese senza ricordare le frasi ad effetto (e quelle negative) che hanno accompagnato la sua morte nei giorni scorsi. Quindi perdonateci se in fondo faremo esclusivamente una cronaca del funerale.

Nel Duomo di Modena lo sguardo di tutti è rivolto alla bara in acero chiaro circondata da rose rosse, lilium e girasoli. Nelle prime file i familiari con la moglie Nicoletta che non riesce a trattenere le lacrime, l'ex moglie Adua con le tre figlie e gli amici intimi. Presenti Romano Prodi, Francesco Rutelli, Arturo Parisi, l'ex segretario delle Nazioni Unite Kofi Annan, il numero uno della Fao Jacques Diouf. Poi ministri e autorità locali, dal presidente della Regione Vasco Errani al sindaco di Modena, Giorgio Pighi. Tanti i cantanti, amici di Luciano: Lorenzo Jovanotti, Zucchero Fornaciari, Bono Vox degli U2, Gianni Morandi, Caterina Caselli e la soprano Mirella Freni. Da segnalare anche Carla Fracci e Franco Zeffirelli. Curiosità: c'era anche Lele Mora (fischiato).

nicolemantovani-1.jpgLe prime emozioni le regala la soprano Raina Kabaivanska quando intona l'Ave Maria. Fuori oltre cinquantamila persone seguivano le esequie (sui maxischermi) dalle strade e dalle piazze del centro storico. La messa è stata officiata da Monsignor Cocchi, che ha letto il messaggio e la benedizione apostolica di Papa Benedetto XVI: "Si prova un sentimento di cordoglio per la dipartita del grande artista che con grande talento interpretativo ha onorato il dono divino della musica". Poi è toccato a Andrea Bocelli cantare al momento della comunione l'Ave Verum Corpus di Mozart.

duomomodenat-1.jpg Monsignor Cocchi poi ha letto il messaggio di Alice, 4 anni, figlia di Luciano e Nicoletta: "Papà, so che mi hai tanto amata e so che mi proteggerai sempre. Ti porterò con me nel mio cuore bambino". Una suora ha letto una preghiera a nome delle tre figlie di Pavarotti (avute dalla prima moglie): "Ti ringraziamo Signore per avergli fatto dono di una voce capace di toccare le corde dell'anima". Tra i momenti più intensi della cerimonia funebre le note e le voci del duetto che qualche anno fa vide protagonisti Luciano Pavarotti e suo padre.

Commosso il Presidente del Consiglio Romano Prodi: "Le parole non servono a parlare sono l'emozione e il dolore, e tutto dentro di noi e intorno a noi mostra che Pavarotti è entrato profondamente in tanti momenti della nostra vita. E' per me un onore rendere omaggio al suo genio e alla sua generosità a nome di tutta l'Italia".

Alla fine un lungo applauso ha accompagnato l'uscita della bara dal Duomo. In sottofondo le note di "Vincerò" cantata da Pavarotti,mentre la pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori colorava il cielo. Pavarotti ora riposa nella tomba di famiglia al cimitero di Montale di Castelnuovo Rangone.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO