Bullismo via blog, tre denunciati ed un ragazzo "distrutto"

bullismo%20456.jpg

Visto che siamo su un blog, e visto che da tempo portiamo avanti una campagna di sensibilizzazione contro i giornalisti che sparano idiozie su blog e portali come Youtube, precisiamo subito una cosa: la notizia che vi apprestataea leggere non deve farvi pensare ai blog brutti e cattivi, piuttosto a tre imbecilli che hanno fatto ciò che avrebbero fatto comunque utilizzando uno strumento invece di un altro.

Avrebbero potuto spargere una falsa voce nei corridoi scolastici, a voce, invece hanno scelto di aprire un blog sotto falso nome per screditare un loro compagno: la situazione non cambia, in un modo o nell'altro il loro crudele piano sarebbe andato comunque a buon fine.

Ecco, fatta questa premessa occupiamoci della notizia

Bullismo via internet. Un diciannovenne messo alla berlina con un blog a suo nome, in cui «dichiarava» bisessualità e propensione ad alcol e droghe, ha avuto un crollo psicologico, non se l’è più sentita di tornare nella scuola dove tutti, o quasi, sapevano e ridevano di lui, ha saltato la sessione di maturità e ha perso l’anno scolastico. Ora gli autori di quello che hanno definito «solo uno scherzo», due ragazzi e una ragazza, coetanei e studenti nella stessa scuola, sono stati denunciati per diffamazione. Uno anche per sostituzione di persona: chattava fingendosi il protagonista del blog.

Mmm, ma che bello scherzo idiota

Ora i tre ragazzi rischiano addirittura il carcere. Una differenza tra un passaparola fatto nei corridoi, che comunque avrebbe provocato uno scompenso al ragazzo, e la diffusione della falsa notizia su Internet però c'è: il blog è stato visitato da un simpatico signore che ha contattato il giovane.

Nel maggio scorso il giovane preso di mira ha ricevuto un paio di telefonate da un uomo che voleva fissare un incontro. «So che cosa ti piace, quando possiamo vederci?», gli ha detto. All’inizio il ragazzo ha pensato a uno scherzo telefonico, poi l’interlocutore ha cominciato a far riferimento al blog, stupito della sua reazione. Così il giovane ha scoperto tutto. Quando è andato a controllare è rimasto sconvolto. C’erano diverse sue immagini, ricavate da foto di gite scolastiche, e una presentazione con nome e cognome, e numero di cellulare: «Sono un ragazzo dell’alta borghesia, sono bisessuale, mi piace bere e quando bevo divento l’animatore della serata. Fumo di tutto, mi piace provare».

E così il bullismo torna ancora di attualità. In maniera differente rispetto a come è stato trattato fino ad oggi con i casi dei video su Youtube. Ma pur sempre con una violenza devastante, che non deve mettere in cattiva luce la Rete, un'opportunità più che un pericolo, quanto piuttosto una generazione di ragazzi svuotati da anni di idiozie e cattivi esempi.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO