Mafia nigeriana, 66 arrestati: tratta di bambini per un'organizzazione che agisce in silenzio

nigeriana.jpg

Giusto pochi giorni fa, anche in televisione, a proposito del problema sicurezza in Italia, si parlava dei più grandi pericoli della criminalità che verrà: le più temute sono le organizzazioni nigeriane e quelle cinesi.

Fino ad oggi gli immigrati - ovviamente stiamo parlando di quelli dediti al crimine - che provengono da queste due nazioni si sono sempre limitati a delinquere all'interno della propria comunità. Si dice che quando "alzeranno la testa" tentando di entrare nella grande macchina del crimine italiano sarà un giorno di non ritorno per la nostra sicurezza e per le lotte tra clan.

A proposito di mafia nigeriana è proprio di oggi la notizia dei 66 arresti ai danni di alcuni sfruttatori di prostitute. Si parla di donne sfruttate, ma anche di bambini. E di traffico di droga dall'Olanda. La zona d'azione era quella del napoletano. I reati contestati? Associazione a delinquere di tipo mafioso, associazione a delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù, sequestro di persona, traffico internazionale di droga. Una bella sequela.

Per quanto riguarda il traffico di cocaina l'indagine ha messo in luce, oltre alla tratta di esseri umani e lo sfruttamento alla prostituzione di nigeriane, anche le organizzazioni straniere che gestivano il traffico di cocaina verso l’Italia, dove veniva venduta in diverse città. Molte delle persone già arrestate lo scorso ottobre in vari Paesi, sono corrieri che trasportavano ovuli pieni di droga destinati al mercato italiano. I provvedimenti sono stati eseguiti stamani dai carabinieri del Ros di Roma e da quelli del nucleo operativo di Viterbo, dagli agenti della squadra mobile di Napoli e dalla guardia di finanza di Roma.

Ciò che più preoccupa però è la notizia riguardante la tratta di bambini. Sotto inchiesta la pratica delle adozioni fasulle. Le donne nigeriane residenti in Italia prelevavano i bambini in tenera età da orfanotrofi nigeriani per indurli allo sfruttamento o alla prostituzione. 

Insomma, questa volta la polizia ha ottenuto un successo. Ma non c'è nulla di più pericoloso di una organizzazione che fino ad oggi non si è ancora fatta notare e che agisce nel silenzio. 

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO