Caro libri, tetti di spesa per le superiori: classico e scientifico a 370 euro

libri%20prezzo.jpg

Dopo le discussioni sul costo dei libri eccoci arrivati ad un secondo capitolo che riguarda, questa volta, la scuola secondaria e le folli spese per acquistare i libri di testo. Sembra veramente che studiare stia diventando nuovamente un lusso per pochi. Per evirare di tornare indiatro anni luce c'è una soluzione; la fornisce un quanto mai apprezzabile intervento del ministro Fioroni.

Leggiamo che comprare i libri per i licei classici e scientifici costerà al massimo 1490 euro per tutto il ciclo di studi mentre gli studenti degli istituti professionali dovranno sborsare per completare gli studi circa 913 euro. E' quanto prevede il decreto firmato dal ministro della Pubblica Istruzione, Giuseppe Fioroni, che per la prima volta si occupa del costo dei libri delle scuole superiori con cui vengono fissati già per l'anno scolastico 2008/2009 i tetti di spesa per i testi scolastici scelti dai docenti per ciascun anno di scuola secondaria superiore.

"Studiare non può diventare un lusso per pochi" e con l'abbattimento del costo dei libri "non ne risentirà la libertà di insegnamento" ha commentato il ministro Fioroni. "Credo anche che la scuola non sia l'unica a doversi fare carico del problema, e sono certo che anche gli editori collaboreranno a questa operazione trasparenza" ha aggiunto.

Il tetto di spesa varia dai non più di 120-140 euro l'anno per una quinta professionale al massimo di 370 euro per una terza del liceo classico. D'ora in poi, dunque, i docenti dovranno scegliere i testi con il "bilancino" per evitare di sforare i tetti massimi imposti dal ministero che punta a venire incontro alle famiglie, salassate, ogni anno, dal caro-testi.

E Andrea Garbin, curatore di Pollicino, afferma:

Tetti, reti e schiene, c'è una relazione con la scuola? Si. 

Il Ministro Fioroni sta preparando un decreto con cui porrà un tetto alle spese dei libri per ogni singolo corso di studi. La novità sta nel fatto che da quest'anno ci sarà un tetto anche per le secondarie di secondo grado.

Si tratta di un buon provvedimento che andrebbe accompagnato anche da una azione ancora più incisiva sulla informatizzazione della scuola, in quanto potrebbe ridurre ancora di più la necessità di acquistare testi che possono essere condivisi in rete.

Se ricordate a agosto uscì un nuovo rincaro dei libri di testo e ho segnalato in questo post alcuni accorgimenti per risparmiare soldi e incentivare le risorse in rete, anche grazie all'apporto di lettori che hanno segnalato nei loro commenti altre risorse.

[continua a leggere

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO